Print

Assistenza Sanitaria

Keywords: Social Inclusion, Health Care

In Europa i migranti privi di documenti affrontano seri problemi per ciò che concerne l’accesso all’assistenza sanitaria. Un preoccupante peggioramento della loro salute fisica e mentale è dovuto sia al difficile accesso ai servizi sanitari di base, sia al timore continuo (in quanto migranti privi di documenti) che vengano scoperti e quindi espulsi.

Nonostante numerose direttive internazionali in materia diritti umani siano state ratificate dai paesi membri dell’UE e si siano espresse in merito al diritto di ogni persona di godere di un’assistenza sanitaria di base (senza tener conto del loro status amministrativo), l’applicazione giuridica nei diversi Stati europei spesso non rispetta tali obblighi. È ormai riscontrabile come un’altissima percentuale di migranti privi di documenti non abbiano alcun accesso all’assistenza sanitaria nonostante sia un loro diritto.

Le azioni di PICUM sul Diritto alla Salute per i migranti privi di documenti

Il primo obiettivo di PICUM è promuovere il rispetto dei diritti sociali fondamentali dei migranti privi di documenti. Uno fra tutti il diritto all’assistenza sanitaria – essenziale per il raggiungimento di tutti gli altri diritti. PICUM ha condotto due importanti progetti europei in merito all’accesso all’assistenza sanitaria da parte dei migranti privi di documenti ed ha partecipato a diverse iniziative ancora in corso.

Accesso all’assistenza sanitaria all’interno dell’Unione Europea per i migranti privi di documenti

Il progetto PICUM’"Accesso all’assistenza sanitaria dei migranti privi di documenti" è stato cofinanziato dalla Commissione Europea (DG Lavoro, Affari Sociali e Pari Opportunità) all’interno del programma d’azione comunitario per combattere l’esclusione sociale (Community Action Programme to Combat Social Exclusion).  

Concluso nel 2007 dopo due anni di lavori, il progetto promuoveva il potenziamento nell’accesso all’assistenza sanitaria per i migranti privi di documenti attraverso lo sviluppo e la promozione di un sistema di  reporting di tale situazione in undici paesi membri dell’UE. La ricerca promossa da PICUM ha dato visibilità ai problemi di marginalizzazione vissuti dai migranti privi di documenti, difficoltà che continuano ad emergere proprio a causa dell’inadeguato accesso all’assistenza sanitaria di base.

Il progetto ha inoltre cercato di coinvolgere il più possibile gli attori locali e regionali nella lotta contro la povertà e di porre l’attenzione dei politici sulla necessità di un piano strategico d’inclusione sociale che comprenda uno dei gruppi socialmente più esclusi in Europa: i migranti privi di documenti.

Clicca qui per maggiori informazioni (EN)

Rapporto: clicca qui (EN-FR)

Assistenza Sanitaria in Germania, Belgio, Olanda e Regno Unito

Nel Marzo del 2001, PICUM ha organizzato un seminario internazionale con la presenza di esperti sulla questione assistenza sanitaria per i migranti privi di documenti. L’obiettivo finale del seminario era lo scambio di esperienze e dei diversi punti di vista degli operatori sanitari che lavorano con i migranti privi di documenti in Germania, Belgio, Olanda e Regno Unito.

Clicca qui per maggiori informazioni.

Altre iniziative

Data la sua comprovata esperienza nell’accesso all’assistenza sanitaria per i migranti privi di documenti in Europa, PICUM continua a lavorare attivamente sulla questione, anche attraverso attività di lobbying e di promozione della consapevolezza. Al fine di estendere la collaborazione con altri attori, esperti e politici sulla questione assistenza sanitaria per i migranti privi di documenti, il PICUM è attualmente coinvolto come ONG partner ai seguenti progetti ed iniziative:

Web, design and development by Typi Design