Print

L'assistenza sanitaria in NowHereLand

Keywords: Health Care

Migliorando i servizi per migranti irregolari nella UE

Questo progetto, cofinanziato dal Programma della Commissione Europea per l’Azione Comunitaria nell’area della salute pubblica (2003 – 2008), dal DG Sanco della Commissione Europea e il Barrow Cadbury Trust, mira a migliorare il livello della protezione sanitaria per le persone dell’ Europa attraverso l’orientamento dell’accesso dei migranti  e immigrati, la qualità e l’appropriatezza dei servizi sociali e sanitari come  importanti fattori per la salute, centrando l’attenzione sui servizi di cure sanitarie per migranti irregolari in quanto gruppo specialmente vulnerabile, che aumentano il rischio della salute pubblica e le difficoltà di gruppi per i fornitori delle cure sanitarie e della politica sanitaria.

Il progetto sarà eseguito tra Gennaio 2008 – Dicembre 2010 e migliorerà le conoscenze relative alla fornitura di servizi per migranti irregolari mettendo insieme le pratiche esistenti nella politica sanitaria e nei servizi sanitari della UE. Saranno riconosciute trasferibili le buone pratiche che ottimizzano i criteri di qualità della cura e la riduzione dello stress per i fornitori. Prospettive della politica, dei fornitori e dei clienti saranno incluse nella valutazione dei bisogni, delle strategie e dei problemi.

Clicca qui per avere accesso al sitoweb del progetto.

Gli obiettivi del progetto:

I migranti irregolari sono vulnerabili a causa delle situazioni problematiche di salute in casa e all’estero,dei rischi di salute per l’immigrazione clandestina , dello sfruttamento nei paesi di accoglienza e il difficile accesso all’assistenza sanitaria. Loro spesso ricevono cure sanitarie troppo tardi, non appropriate e di bassa qualità. I servizi  sono da loro usati in situazioni di emergenza in quanto le procedure amministrative li confinano allo status di clandestini, la continuità delle cure è difficile a causa della mancanza di identità  e ci sono problemi con la lingua e la cultura. Ciò rende i servizi meno efficaci per gli individui e più cari per le autorizzazioni delle cure mediche.

Il Danube University Krems sta coordinando questo progetto.

PICUM è uno dei sei partners, includendo: AUSL di Reggio EmiliaMIM Malmö UniversityUniversity of Brighton eCIES - ISCTE Portugal.

Contatti:

Ms. Kadri Soova
PICUM Project Officer
PICUM - Platform for International Cooperation on Undocumented Migrants
Gaucheretstraat 164
1030 Brussels
Belgium

tel. +32/2/274.14.39
fax +32/2/274.14.48
kadri.soova@picum.org

Web, design and development by Typi Design