Print

Diritti umani dei migranti privi di documenti

Alcune persone pensano che i migranti privi di documenti non hanno alcun diritto per il fatto che stanno vivendo senza permesso per risiedere legalmente in un paese che non è il loro. È un mito il fatto che i migranti irregolari non hanno alcun diritto. I diritti umani dei migranti privi di documenti sono in realtà ben espressi all’interno di  una varietà di strumenti e trattati sia a livello regionale che internazionale.

La non–discriminazione, insieme all’eguaglianza davanti alla legge  e all’uguale protezione della legge, costituisce un principio basilare e generale relativo alla protezione dei diritti umani. La Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo (UDHR) conferma che i diritti umani si applicano a tutte le persone, “senza distinzione di alcun genere, come la razza , il colore, il sesso, la lingua, la religione , la opinione politica o di altra  natura, l’origine sociale o nazionale, la proprietà , la nascita o altro status”.

Il diritto internazionale dei diritti umani  è un’insieme  di regole internazionali , stabilite dai trattati o dalle consuetudini, sulla base di cui gli individui o i gruppi possono aspettarsi e /o richiedere certamente la concessione di diritti o benefici dai governi. Questo corpo di leggi consiste nella Dichiarazione dei diritti dell’uomo (UDHR) e nei sette trattati delle Nazioni Unite (ONU). Insieme questi strumenti rappresentano dei standard internazionali per il rispetto e la promozione dei diritti umani.

PICUM lavora  per assicurarsi che, conformemente al diritto internazionale e alle legislazioni nazionali  in materia di diritti umani, i diritti fondamentali  non siano limitati o negati, sulla base del loro status amministrativo,  ai migranti vulnerabili. Nel suo lavoro giornaliero, PICUM promuove la consapevolezza sui diritti dei migranti senza documenti , e rinforza le capacità di quelli che con questa rete difendono questi diritti sulla base del principio dell’eguaglianza e della non-discriminazione.

I diritti sociali fondamentali

I diritti sociali fondamentali sono sanciti nella Convenzione Internazionale sui diritti Economici, Sociali e Culturali. In violazione di questa Convenzione , frequentemente gli Stati limitano o negano i diritti dei migranti senza documenti sulla base del loro status amministrativo.

PICUM mira a promuovere i diritti sociali fondamentali dei migranti senza documenti, come :

Studi di Caso per Paese

I links in basso forniscono una generale visione d’insieme della soddisfazione  dei fondamentali diritti sociali dei migranti senza documenti  in Stati di tutta l’Europa  e anche degli Stati Uniti. Si deve notare che in molti Stati elencati in basso , i migranti senza documenti non hanno neppure la minima protezione dei loro diritti sociali fondamentali . Ciò è dovuto a parecchi fattori, incluse le leggi che non comprendono i migranti senza documenti come beneficiari di certi servizi pubblici o l’incapacità dei migranti irregolari di accedere con certezza ai servizi neppure quando questi sono stabiliti nella legislazione. L’attuale studio di casi ha così l’intenzione di dare un esempio della realizzazione dei diritti fondamentali sociali in teoria come nella pratica.

 

Web, design and development by Typi Design